Incidente grave: la Motorizzazione dispone la verifica dei requisiti per la patente

La Motorizzazione ha sempre il potere discrezionale di disporre la revisione della patente di guida qualora vi siano dubbi sul permanere o meno dei requisiti fisici e psichici prescritti dalla legge.

E’ quanto stabilito dal Tar Lazio – Sezione di Latina, con sentenza n.257, 8 aprile 2019.

“La Motorizzazione può sottoporre discrezionalmente i titolari di patente di guida ad una revisione in qualunque caso sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti fisici e psichici prescritti o dell’idoneità tecnica. In particolare, una sola infrazione alle norme del codice della strada non può costituire, di per sé e indipendentemente da ogni valutazione circa l’idoneità e la capacità di guida del conducente, il presupposto del provvedimento inteso a prescrivere la revisione della patente, essendo necessario, pertanto, un apparato motivazionale, ma non può in concreto escludersi che la natura e le circostanze dell’infrazione siano di per sé inequivocabilmente idonee ad attestare la sussistenza dei presupposti indicati dall’art. 128 del codice stesso”.

 Tar Lazio – Sezione di Latina – Sentenza 8 aprile 2019 n. 257

 

2019-05-08T19:47:33+00:00 8 maggio 2019|